TURISTICO

Scegli la meta giusta per te!

BARI

Centro storico e Basilica di San Nicola

Bari è un comune italiano di 319 482 abitanti, capoluogo della regione Puglia e dell’omonima città metropolitana. È il nono comune italiano per popolazione, terzo del Mezzogiorno dopo Napoli e Palermo. La sua città metropolitana è la sesta d’Italia con quasi 1.300.000 abitanti. È nota anche per essere la città nella quale riposano le reliquie di San Nicola. Tale condizione ha reso Bari e la sua basilica uno dei centri prediletti dalla Chiesa ortodossa in Occidente e anche un importante centro di comunicazione interconfessionale tra l’Ortodossia e il Cattolicesimo.

BARI

Centro storico e Basilica di San Nicola

Bari è un comune italiano di 319 482 abitanti, capoluogo della regione Puglia e dell’omonima città metropolitana. È il nono comune italiano per popolazione, terzo del Mezzogiorno dopo Napoli e Palermo. La sua città metropolitana è la sesta d’Italia con quasi 1.300.000 abitanti. È nota anche per essere la città nella quale riposano le reliquie di San Nicola. Tale condizione ha reso Bari e la sua basilica uno dei centri prediletti dalla Chiesa ortodossa in Occidente e anche un importante centro di comunicazione interconfessionale tra l’Ortodossia e il Cattolicesimo.

TRANI

La Cattedrale di Trani

Trani è un comune italiano di 55 739 abitanti, capoluogo, insieme a Barletta e Andria, della provincia di Barletta-Andria-Trani, in Puglia. La città è famosa per la cattedrale romanica e il castello Svevo, per l’estrazione e lavorazione dalle sue cave di un particolare tipo di pietra, roccia sedimentaria (la pietra di Trani) e di vino Moscato. Importante meta turistica, la città costituì un notevole scalo commerciale fino al XVI secolo; si pensa vi sia stato promulgato il primo codice marittimo del mondo occidentale, gli Ordinamenta et consuetudo maris, nel 1063. Sede del tribunale, è stata in passato capoluogo della provincia di Terra di Bari e successivamente sede della corte d’appello delle Puglie.

TRANI

La Cattedrale di Trani

Trani è un comune italiano di 55 739 abitanti, capoluogo, insieme a Barletta e Andria, della provincia di Barletta-Andria-Trani, in Puglia. La città è famosa per la cattedrale romanica e il castello Svevo, per l’estrazione e lavorazione dalle sue cave di un particolare tipo di pietra, roccia sedimentaria (la pietra di Trani) e di vino Moscato. Importante meta turistica, la città costituì un notevole scalo commerciale fino al XVI secolo; si pensa vi sia stato promulgato il primo codice marittimo del mondo occidentale, gli Ordinamenta et consuetudo maris, nel 1063. Sede del tribunale, è stata in passato capoluogo della provincia di Terra di Bari e successivamente sede della corte d’appello delle Puglie.

ANDRIA

Castel del Monte

Andria è un comune italiano di 99 402 abitanti, capoluogo, insieme a Barletta e Trani, della provincia di Barletta-Andria-Trani, in Puglia. È la quarta città della regione per popolazione, nonché la diciottesima d’Italia per superficie. La città ospita il consiglio provinciale della provincia di Barletta-Andria-Trani e fa parte dell’Associazione nazionale città dell’olio. Per la presenza dei suoi tre alti campanili, viene conosciuta anche come la città dei tre campanili, oltre che città federiciana per via del suo legame con Federico II di Svevia. Simbolo della città è Castel del Monte, situato su una collina a 17 km dall’abitato all’interno del parco nazionale dell’Alta Murgia, uno dei patrimoni dell’umanità dichiarati dall’UNESCO. Ad Andria nasce e viene prodotta la burrata di Andria IGP.

ANDRIA

Castel del Monte

Andria è un comune italiano di 99 402 abitanti, capoluogo, insieme a Barletta e Trani, della provincia di Barletta-Andria-Trani, in Puglia. È la quarta città della regione per popolazione, nonché la diciottesima d’Italia per superficie. La città ospita il consiglio provinciale della provincia di Barletta-Andria-Trani e fa parte dell’Associazione nazionale città dell’olio. Per la presenza dei suoi tre alti campanili, viene conosciuta anche come la città dei tre campanili, oltre che città federiciana per via del suo legame con Federico II di Svevia. Simbolo della città è Castel del Monte, situato su una collina a 17 km dall’abitato all’interno del parco nazionale dell’Alta Murgia, uno dei patrimoni dell’umanità dichiarati dall’UNESCO. Ad Andria nasce e viene prodotta la burrata di Andria IGP.

ALBEROBELLO

La città dei Trulli

Alberobello è una città della Puglia, in Italia. È nota per i Trulli, bianche costruzioni coniche in pietra, presenti a centinaia nel quartiere collinare Rione Monti. Il Trullo Sovrano del XVIII secolo è un trullo a due livelli. Il Museo del Territorio “Casa Pezzolla” espone arredi e attrezzi che ricreano la vita nei Trulli come era in passato. A sud-ovest della città, si trova la Casa Rossa, un campo d’internamento della seconda guerra mondiale.

ALBEROBELLO

La città dei Trulli

Alberobello è una città della Puglia, in Italia. È nota per i Trulli, bianche costruzioni coniche in pietra, presenti a centinaia nel quartiere collinare Rione Monti. Il Trullo Sovrano del XVIII secolo è un trullo a due livelli. Il Museo del Territorio “Casa Pezzolla” espone arredi e attrezzi che ricreano la vita nei Trulli come era in passato. A sud-ovest della città, si trova la Casa Rossa, un campo d’internamento della seconda guerra mondiale.

POLIGNANO

Polignano a mare

Polignano a Mare, è un comune italiano di 17 982 abitanti della città metropolitana di Bari in Puglia. Il nucleo più antico della cittadina sorge su uno sperone roccioso a strapiombo sul mare Adriatico a 33 chilometri a sud del capoluogo. L’economia del paese è essenzialmente basata sul turismo e l’orticoltura. Di notevole interesse naturalistico sono le sue grotte marine e storicamente importanti sono il centro storico e i resti della dominazione romana. Tra questi ultimi il ponte della via Traiana, tuttora percorribile, che attraversa Lama Monachile. Dal 2008, Polignano a Mare ha sempre ricevuto la Bandiera Blu, riconoscimento conferito dalla Foundation for Environmental Education alle località costiere europee che soddisfano criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto in relazione a parametri quali la pulizia delle spiagge e gli approdi turistici.

POLIGNANO

Polignano a mare

Polignano a Mare, è un comune italiano di 17 982 abitanti della città metropolitana di Bari in Puglia. Il nucleo più antico della cittadina sorge su uno sperone roccioso a strapiombo sul mare Adriatico a 33 chilometri a sud del capoluogo. L’economia del paese è essenzialmente basata sul turismo e l’orticoltura. Di notevole interesse naturalistico sono le sue grotte marine e storicamente importanti sono il centro storico e i resti della dominazione romana. Tra questi ultimi il ponte della via Traiana, tuttora percorribile, che attraversa Lama Monachile. Dal 2008, Polignano a Mare ha sempre ricevuto la Bandiera Blu, riconoscimento conferito dalla Foundation for Environmental Education alle località costiere europee che soddisfano criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto in relazione a parametri quali la pulizia delle spiagge e gli approdi turistici.

MONOPOLI

Il castello, la Cattedrale, le calette

Monopoli è un comune italiano di 48 846 abitanti della città metropolitana di Bari, in Puglia. Si trova a 43 chilometri a sud-est del capoluogo metropolitano. Monopoli rappresenta, sull’Adriatico, uno dei porti più attivi e popolosi della regione. Il suo caratteristico centro storico di origine alto-medievale, sovrapposto ai resti di un abitato messapico fortificato già nel V secolo a.C., si affaccia sul mare circondato da alte mura. Monopoli è anche detta, erroneamente, la città delle 99 contrade; tale dicitura rappresenta una iperbole turistica, dal momento che da delibera comunale del 1971 e come è evidente dalle attuali mappe turistiche cittadine, la città comprende 91 contrade: si tratta di suddivisioni amministrative dell’area anticamente posta fuori dalle mura di cinta, i cui toponimi rievocano antichi casali scomparsi, la presenza di una masseria, di una chiesa o altri riferimenti storico-geografici.

MONOPOLI

Il castello, la Cattedrale, le calette

Monopoli è un comune italiano di 48 846 abitanti della città metropolitana di Bari, in Puglia. Si trova a 43 chilometri a sud-est del capoluogo metropolitano. Monopoli rappresenta, sull’Adriatico, uno dei porti più attivi e popolosi della regione. Il suo caratteristico centro storico di origine alto-medievale, sovrapposto ai resti di un abitato messapico fortificato già nel V secolo a.C., si affaccia sul mare circondato da alte mura. Monopoli è anche detta, erroneamente, la città delle 99 contrade; tale dicitura rappresenta una iperbole turistica, dal momento che da delibera comunale del 1971 e come è evidente dalle attuali mappe turistiche cittadine, la città comprende 91 contrade: si tratta di suddivisioni amministrative dell’area anticamente posta fuori dalle mura di cinta, i cui toponimi rievocano antichi casali scomparsi, la presenza di una masseria, di una chiesa o altri riferimenti storico-geografici.

CASTELLANA GROTTE

Grotte di Castellana

Castellana Grotte è un comune italiano dLe Grotte di Castellana sorgono a meno di due chilometri dall’abitato nelle Murge sud orientali a 330 m slm, altopiano calcareo formatosi nel Cretaceo superiore circa novanta – cento milioni di anni fa. La visita turistica si snoda per 1,5 km ma l’itinerario più lungo richiede due ore e si sviluppa per 3 km, tra caverne e voragini. L’ingresso naturale è costituito da un’enorme voragine a cielo aperto, profonda una sessantina di metri, denominata la Grave. Dalla Grave alla Grotta Nera o della Lupa Capitolina, dopo aver superato il Cavernone dei Monumenti, superato la Calza e successivamente la Caverna della Civetta, attraversato il Corridoio del Serpente, la Caverna del Precipizio e il Piccolo Paradiso, si scorre per il lungo Corridoio del Deserto detto anche il Grand Canyon sotterraneo (di una colorazione rossiccia dovuta alla presenza in tale tratto di minerali ferrosi) si raggiunge la Caverna della Torre di Pisa, il laghetto di stillicidio, il Corridoio Rosso, la Caverna della Cupola e infine passando dal laghetto di Cristalli, si giunge nella luminosa Grotta Bianca. Tutto costituito da concrezioni stalattitiche e stalagmitiche e da gallerie intercalate dall’aprirsi improvviso di caverne.

CASTELLANA GROTTE

Grotte di Castellana

Castellana Grotte è un comune italiano dLe Grotte di Castellana sorgono a meno di due chilometri dall’abitato nelle Murge sud orientali a 330 m slm, altopiano calcareo formatosi nel Cretaceo superiore circa novanta – cento milioni di anni fa. La visita turistica si snoda per 1,5 km ma l’itinerario più lungo richiede due ore e si sviluppa per 3 km, tra caverne e voragini. L’ingresso naturale è costituito da un’enorme voragine a cielo aperto, profonda una sessantina di metri, denominata la Grave. Dalla Grave alla Grotta Nera o della Lupa Capitolina, dopo aver superato il Cavernone dei Monumenti, superato la Calza e successivamente la Caverna della Civetta, attraversato il Corridoio del Serpente, la Caverna del Precipizio e il Piccolo Paradiso, si scorre per il lungo Corridoio del Deserto detto anche il Grand Canyon sotterraneo (di una colorazione rossiccia dovuta alla presenza in tale tratto di minerali ferrosi) si raggiunge la Caverna della Torre di Pisa, il laghetto di stillicidio, il Corridoio Rosso, la Caverna della Cupola e infine passando dal laghetto di Cristalli, si giunge nella luminosa Grotta Bianca. Tutto costituito da concrezioni stalattitiche e stalagmitiche e da gallerie intercalate dall’aprirsi improvviso di caverne.

OSTUNI

La città bianca del Salento

Ostuni è un comune italiano di 30 983 abitanti della provincia di Brindisi in Puglia.
Detta anche la città bianca per via del suo caratteristico centro storico che nei tempi passati era interamente dipinto con calce bianca, è un rinomato centro turistico e dal 1994 al 2018 ha ricevuto ininterrottamente la bandiera Blu e le cinque vele di Legambiente per la pulizia delle acque della sua costa e per la qualità dei servizi offerti. Nel 2005 inoltre la regione Puglia ha riconosciuto il comune come “località turistica”.

OSTUNI

La città bianca del Salento

Ostuni è un comune italiano di 30 983 abitanti della provincia di Brindisi in Puglia.
Detta anche la città bianca per via del suo caratteristico centro storico che nei tempi passati era interamente dipinto con calce bianca, è un rinomato centro turistico e dal 1994 al 2018 ha ricevuto ininterrottamente la bandiera Blu e le cinque vele di Legambiente per la pulizia delle acque della sua costa e per la qualità dei servizi offerti. Nel 2005 inoltre la regione Puglia ha riconosciuto il comune come “località turistica”.

VALLE D'ITRIA

Martina Franca Cisternino, Loccorotondo, Fasano

La Valle d’Itria è una porzione di territorio della Puglia centrale a cavallo tra la città metropolitana di Bari e le province di Brindisi e di Taranto. Il suo territorio coincide con la parte meridionale dell’altopiano delle Murge: in senso stretto è la depressione carsica che si estende tra gli abitati di Locorotondo, Cisternino e Martina Franca. La principale peculiarità della valle sono i trulli, tipiche ed esclusive abitazioni in pietra a forma di cono, le masserie e il paesaggio rurale in genere caratterizzato dall’elevato uso della pietra locale utilizzata per costruire muri a secco e dal terreno di colore rosso acceso, tipico della Puglia meridionale.

VALLE D'ITRIA

Martina Franca Cisternino, Loccorotondo, Fasano

La Valle d’Itria è una porzione di territorio della Puglia centrale a cavallo tra la città metropolitana di Bari e le province di Brindisi e di Taranto. Il suo territorio coincide con la parte meridionale dell’altopiano delle Murge: in senso stretto è la depressione carsica che si estende tra gli abitati di Locorotondo, Cisternino e Martina Franca. La principale peculiarità della valle sono i trulli, tipiche ed esclusive abitazioni in pietra a forma di cono, le masserie e il paesaggio rurale in genere caratterizzato dall’elevato uso della pietra locale utilizzata per costruire muri a secco e dal terreno di colore rosso acceso, tipico della Puglia meridionale.

TORRE GUACETO

Riserva naturale patrimonio dell'Unesco

La riserva naturale statale Torre Guaceto è un’area naturale protetta situata sulla costa adriatica dell’alto Salento, a pochi chilometri dai centri di Carovigno e San Vito dei Normanni e 17 km da Brindisi. I litorali carovignesi della riserva, le spiagge di Torre Guaceto e Punta Penna Grossa, sono state premiate con l’insigne della Bandiera Blu negli anni 2007, e dal 2016 al 2019. Le prime azioni a tutela di Torre Guaceto risalgono al 1970 quando la marchesa Luisa Romanazzi Carducci dalla sua entrata nel direttivo nazionale del WWF Italia, fece sì che l’associazione prendesse a cuore questo territorio. In quest’ambiente trovano rifugio animali diversi per caratteristiche e abitudini. La flora presente nell’area è caratterizzata dalla presenza di steppe e dune.

TORRE GUACETO

Riserva naturale patrimonio dell'Unesco

La riserva naturale statale Torre Guaceto è un’area naturale protetta situata sulla costa adriatica dell’alto Salento, a pochi chilometri dai centri di Carovigno e San Vito dei Normanni e 17 km da Brindisi. I litorali carovignesi della riserva, le spiagge di Torre Guaceto e Punta Penna Grossa, sono state premiate con l’insigne della Bandiera Blu negli anni 2007, e dal 2016 al 2019. Le prime azioni a tutela di Torre Guaceto risalgono al 1970 quando la marchesa Luisa Romanazzi Carducci dalla sua entrata nel direttivo nazionale del WWF Italia, fece sì che l’associazione prendesse a cuore questo territorio. In quest’ambiente trovano rifugio animali diversi per caratteristiche e abitudini. La flora presente nell’area è caratterizzata dalla presenza di steppe e dune.

SALENTO

Lecce, Otranto, Gallipoli, Santa Maria di Leuca

Il Salento, noto anche come penisola salentina, è una subregione della Puglia meridionale, tra il mar Ionio a ovest e il mar Adriatico a est. Figurativamente costituisce il tacco dello stivale italiano. Gli abitanti dell’area, che comprende l’intera provincia di Lecce, quasi tutta quella di Brindisi e la parte orientale di quella di Taranto, si distinguono soprattutto per caratteristiche glottologiche rispetto al resto della Puglia. Sotto il profilo giuridico, il Salento all’interno del Regno di Napoli, poi Regno delle due Sicilie, è quasi perfettamente coinciso con la circoscrizione territoriale denominata Terra d’Otranto, sopravvissuta per secoli alle riforme amministrative. Il territorio è affacciato su due mari: la costa occidentale è lambita dallo Ionio ed è caratterizzata solitamente da lunghe spiagge sabbiose mentre la costa orientale bagnata dall’Adriatico risulta essere solitamente rocciosa e a falesia. I due mari si incontrano tradizionalmente a Santa Maria di Leuca (Punta Meliso).

SALENTO

Lecce, Otranto, Gallipoli, Santa Maria di Leuca

Il Salento, noto anche come penisola salentina, è una subregione della Puglia meridionale, tra il mar Ionio a ovest e il mar Adriatico a est. Figurativamente costituisce il tacco dello stivale italiano. Gli abitanti dell’area, che comprende l’intera provincia di Lecce, quasi tutta quella di Brindisi e la parte orientale di quella di Taranto, si distinguono soprattutto per caratteristiche glottologiche rispetto al resto della Puglia. Sotto il profilo giuridico, il Salento all’interno del Regno di Napoli, poi Regno delle due Sicilie, è quasi perfettamente coinciso con la circoscrizione territoriale denominata Terra d’Otranto, sopravvissuta per secoli alle riforme amministrative. Il territorio è affacciato su due mari: la costa occidentale è lambita dallo Ionio ed è caratterizzata solitamente da lunghe spiagge sabbiose mentre la costa orientale bagnata dall’Adriatico risulta essere solitamente rocciosa e a falesia. I due mari si incontrano tradizionalmente a Santa Maria di Leuca (Punta Meliso).

TARANTO

La città dei due mari

Taranto, è un comune italiano di 195 024 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia, in Puglia, situato sull’estremità nord occidentale della regione geologica denominata Salento, nonché sull’estremità orientale della zona costiera denominata Arco ionico tarantino.Fu fondata dagli Spartani nell’VIII secolo a.C. col nome di Taras. La città, grazie alla sua posizione strategica al centro dell’omonimo golfo, alla fertilità del suo territorio e al commercio, divenne la più importante Polis della Magna Grecia e una tra le città di maggior rilievo in tutto il mondo antico. È soprannominata la Città dei due mari, per la sua peculiare posizione a cavallo di mar Grande e mar Piccolo. Il castello aragonese (o castel Sant’Angelo), con la sua pianta quadrangolare e il vasto cortile centrale, occupa l’estremo angolo dell’isola su cui sorge il borgo antico della città di Taranto.

TARANTO

La città dei due mari

Taranto, è un comune italiano di 195 024 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia, in Puglia, situato sull’estremità nord occidentale della regione geologica denominata Salento, nonché sull’estremità orientale della zona costiera denominata Arco ionico tarantino.Fu fondata dagli Spartani nell’VIII secolo a.C. col nome di Taras. La città, grazie alla sua posizione strategica al centro dell’omonimo golfo, alla fertilità del suo territorio e al commercio, divenne la più importante Polis della Magna Grecia e una tra le città di maggior rilievo in tutto il mondo antico. È soprannominata la Città dei due mari, per la sua peculiare posizione a cavallo di mar Grande e mar Piccolo. Il castello aragonese (o castel Sant’Angelo), con la sua pianta quadrangolare e il vasto cortile centrale, occupa l’estremo angolo dell’isola su cui sorge il borgo antico della città di Taranto.

CONTATTACI

Per saperne di più…

+39 333 59 99 290

Anche su WhatsApp

silvio@driverapulia.it

Via Mulini, 50, 70043 Monopoli / BA

Seleziona il tour (Non obbliga la prenotazione)

Scegli il giorno del tuo tour

Numero di persone

Nome*

Mail*

Telefono*

Altre info

Accetta le informative standard della privacy*
SI